Località Bulgare

Oltre a Sofia, numerose sono le località che hanno segnato la Bulgaria dal punto di vista storico e amministrativo. In passato ad esempio la seconda città più importante è stata Veliko Tarnovo, situata a nord di Sofia, lungo la arteria principale che collega la capitale al Mar Nero.

Veliko Tarnovo è stata per ben cinque volte capitale della Bulgaria, essa è situata tra le montagne, adagiata lungo i pendii più dolci, tra strette gole e tortuose strade, nella zona detta delle Vecchie Montagne. Non lontano vi è il villaggio di Arbanasi, fondato da rifugiati albanesi, con le case strette tra loro quasi a formare delle mura di protezione. In parte distrutto durante la dominazione turca, oggi il villaggio è dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Altra località molto suggestiva è invece Russe, adagiata lungo le rive del Danubio, definita la Vienna della Bulgaria. Come la città austriaca infatti, Russe si compone di grandi viali alberati, piazze racchiuse da palazzi nobiliari e decorati, quartieri eleganti composti da edifici di ricche famiglie nobili dell’Ottocento. Russe è anche la città che ha dato i natali al poeta Elias Canetti, di cui è possibile visitare la casa.

Per conoscere invece l’arte del legno, eseguita da fini intagliatori bulgari, occorre visitare la località di Triavna. Molto suggestive sono anche le case di Triavna che mostrano proprio le decorazioni artigianali in legno ad abbellirle.

Molto suggestiva è poi la città situata nella Valle delle Rose, Stara Zagora. Essa è anche definita la città dei platani e dei poeti, in seguito ad un preciso quanto originale progetto architettonico, la città si compone di strade che non presentano curve, ma sono tutte distribuite secondo linee dritte.

La città di Burgas è un’importante località situata sul Mar Nero, secondo porto bulgaro, aeroporto internazionale, nonché seconda località balneare non lontana più famosa e antica Nessbar. Burags vanta uno splendido lungomare ombreggiato, con spiagge ampie e distese sabbiose dorate che si riversano nelle acque cristalline del Mar Nero. All’interno del centro urbano poi da visitare vi sono numerosi musei, come quello etnografico, il museo archeologico, oltre alla sinagoga e alla chiesa di origini armene.

Per quanto riguarda invece la stagione invernale, da visitare anche per dedicarsi allo sport come lo scii è senza dubbio Pamporovo. Questa località è situata nella catena montuosa dei Rodopi, presenta un clima in generale mite che prevede circa 120 giorni all’anno di sole, permettendo quindi di godere di temperature ottime per dedicarsi allo sport sulla neve. Le discese sono molto graduali, adatte anche ai principianti, oltre a quelle più indicate per i professionisti dello scii.

Commenti

commenti

You must be logged in to post a comment Login